Crea sito

Sabato 4 Luglio 2020

Nathaniel Hawthorne

Nato a Salem, nel Massachusetts, il 4 luglio 1804, Nathaniel Hawthorne cresce in una famiglia profondamente puritana, tanto da contare fra i suoi avi un John Hawthorne giudice nei processi alle streghe. Rimasto orfano di padre a quattro anni, Nathaniel cresce con la madre e con la sorella Elizabeth. Intelligente e dinamico, studia al Bowdoin College di Brunswick dove si laurea nel 1825 e conosce Franklin Pierce, futuro (quattordicesimo) presidente degli Stati Uniti. I suoi più grandi racconti, così come il suo romanzo capolavoro "La lettera scarlatta", sono segnati da una profondità psicologica e da una comprensione morale raramente riscontrabile e mai superata da nessun altro scrittore nordamericano. Così ce lo descrive anche l'Enciclopedia Britannica e vorrà pure dir qualcosa. Lo straordinario capolavoro di Nathaniel Hawthorne, racconta la storia di due amanti separati dal destino, narra delle loro personali forze e debolezze intrecciate le une alle altre, e dell'interpretazione della "legge morale" della comunità Puritana americana, fino al momento in cui la morte li unisce sotto un'unica lapide. Hawthorne conosceva bene la sua terra e l'impasto di ipocrisia e di repressione di cui era intrisa. Hawthorne scrive "La lettera scarlatta", nella cui introduzione dichiara di aver "rubato" l'ispirazione da un documento scoperto negli archivi della dogana di Salem.


UNA SUA FRASE
"Sii sincero. Mostra liberamente al mondo se non il tuo aspetto peggiore, per lo meno qualche tratto in cui si possa dedurre il peggio."